banner_casodelmese

Malposizione Dentaria

IL CASODEL MESE

Malocclusione Dentaria

12 marzo 2016

Malposizione Dentaria

Malposizione dentaria

Caso 1 – M.V., anni 18 – Soggetto maschio a fine crescita  con malposizione dentaria. Presenta un accentuato morso profondo, affollamento in sede anteriore, chiavi dentarie di II classe 2° divisione e contrazione trasversale delle arcate dentarie in sede premolare. A questo livello possono notarsi  precoci note di recessione gengivale. Tipologia nettamente brachifacciale. Quadro disfunzionale cranio-cervico-mandibolare, caratterizzato da cefalea muscolotensiva, disturbi alle articolazioni della mandibola e dolore in sede cervicale con leggera limitazione del movimento di rotazione della testa.

Malposizione Dentariafig.1- condizioni iniziali.

Trattamento: con l’ausilio di placca gnatologica, funzionalizzata in bocca al paziente, si sono modificati i contatti occlusali e reperito un nuovo rapporto fra le arcate dentarie in condizioni di benessere con un buon ripristino della funzione articolare della mandibola. In base ad esami radiografici in doppia proiezione (senza e con placca interocclusale) si è eseguita la sovrapposizione dei tracciati cefalometrici per pervenire a una diagnosi causale. Sulla base di questa si è quindi proceduto, in prima istanza, a un breve trattamento ortodontico con apparecchi fissi, della durata di 6 mesi, limitato a correggere la malposizione dei denti in entrambe le arcate.

Malposizione DentariaFig.2- Condizioni al momento dello sbandaggio dopo sei mesi di trattamento con apparecchiature fisse.

Al momento della rimozione delle apparecchiature fisse è stato utilizzato un apparecchio mobile di tipo funzionale  (attivatore di Andresen modif. Bondi) di uso eminentemente notturno e mantenuto per circa un anno e mezzo. Si è così pervenuti a correggere la relazione fra le arcate dentarie superiore ed inferiore, conseguendo il recupero di rapporti dentali di I classe.  Al contempo si sono verificate le condizioni di stabilità funzionale in progressivo consolidamento fino al termine e mantenutesi tali anche a distanza.
Malposizione DentariaFig.3- Condizioni occlusali a termine.

 Il paziente attualmente ha dismesso l’uso dell’apparecchio funzionale ed è  seguito in periodici controlli semestrali. A distanza di tre anni dalla conclusione del trattamento, documenta condizioni di piena stabilità morfologica e funzionale senza tendenza alla recidiva.

Volp.dental Srl © 2019 | All Rights Reserved.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi